COME ALLENARSI OGNI GIORNO SENZA SFORZI

COME ALLENARSI OGNI GIORNO SENZA SFORZI



Per moltissime persone, l’allenamento è come la dieta: il difficile non è iniziare, ma continuare. La costanza e la perseveranza sono però imprescindibili per ottenere dei risultati visibili, sia sull’aspetto fisico, sia sulla salute. Inoltre, ci sono altri aspetti della vita e del comportamento che hanno conseguenze dirette sulla salute fisica e mentale: la più immediata è sicuramente l’alimentazione, ma anche il tempo passato in piedi e quello passato seduto hanno delle ripercussioni. L’allenamento, pertanto, non può essere visto solo come la semplice attività fisica, bensì come un insieme di comportamenti da attuare e da adottare per avere uno stile di vita salutare, prevenire acciacchi e, come recenti studi hanno confermato, avere delle performance migliori sul lavoro. I consigli che seguono, quindi, tengono conto di tutta la sfera sopra descritta: dall’alimentazione all’attività fisica, dai piccoli gesti quotidiani al riposo.

  • ALLENATI SENZA ANNOIARTI

Annoiarsi durante l'allenamento fa perdere stimoli e intensità

Per qualcuno, allenarsi è quasi un bisogno primario, una necessità fisica. Altre persone invece lo vivono come una sofferenza: necessaria e importante, ma pur sempre una sofferenza. I primi non corrono certo il rischio di annoiarsi, mentre per i secondi la totale mancanza di voglia dovuta alla noia mentre si fa esercizio fisico è la prima causa di abbandono. Il primo consiglio, forse fondamentale, è quello di trovarsi una persona con cui allenarsi, qualcuno con cui avere gli stessi obbiettivi e lo stesso tipo di allenamento. Il primo motivo, quasi scontato, è che in due il tempo passa più velocemente; ma allenarsi in due o tre è utile anche per instaurare una sana competizione, condividere i propri risultati e vedere quelli altrui per motivarsi e stimolarsi. Un altro modo per combattere la noia è quello di creare il contesto più favorevole possibile per l'allenamento. Trovare la palestra più comoda e semplice da raggiungere, quella migliore per allenarsi, trovare un percorso immerso nella natura, o cambiarlo spesso per vedere cose nuove aiuta a non annoiarsi.È altrettanto importante trovare un'attività che ci piaccia: dalla palestra alla corsa, dalla bici al nuoto. Se non sapete ancora qual è l’attività che vi diverte di più, non resta che provarne tante finché non avrete la soluzione perfetta per voi.

  • UN GIORNO DI SGARRO? NON SUCCEDE NIENTE

Così come allenarsi una volta ogni tanto non porta a nessun risultato, saltare un giorno di allenamento non influenzerà il vostro percorso. Sempre intendendo l'allenamento come una serie di comportamenti da attuare per vivere meglio e più sani, questo consiglio vale tanto per l'attività fisica quanto per il cibo. Mangiare bene e sano è importante, ma se per un pasto si eccede e ci si vizia, non succede assolutamente niente, tanto che quasi tutte le diete prevedono il "cheat meal", ovvero quel pasto che non è legato alla dieta ma serve a farci sentire meglio. Pensare il contrario potrebbe rivelarsi controproducente, perché si potrebbe inconsciamente credere che ormai non valga la pena continuare, e smettere di praticare attività fisica, mangiare male. Può capitare a tutti la giornata in cui si hanno mille cose da fare, o l'occasione nella quale si mangi peggio o un più del solito: non ci sono problemi. L'indomani si ricomincia come se niente fosse successo, senza preoccuparsi troppo e senza cercare di rimediare al giorno prima.

  • RIMANI ATTIVO DURANTE LA GIORNATA

Preferire le scale all'ascensore contribuisce ad avere una vita attiva

Una persona sedentaria ha decisamente più problemi a trovare le energie e la voglia per allenarsi rispetto a una persona che ha uno stile di vita tendenzialmente più attivo. Il consiglio è quindi quello di non impigrirsi durante la giornata, avendo così più energia e più voglia durante l’attività. Evitare di usare l'ascensore a favore delle scale è un ottimo punto di partenza, così come non passare troppo tempo seduti o sdraiati. Anche l'abuso di mezzi pubblici o della macchina porta una persona ad essere pigra, quindi è meglio fare una passeggiata o utilizzare la bici, se le distanze lo permettono. Nel corso della giornata ci sono mille attività che possono essere fatte in modo più attivo, e prestandoci attenzione sarà molto semplice riconoscerle e correggerle.

  • MONITORA LA TUA ATTIVITÀ FISICA

Quasi tutti gli smartphone sono in grado di dirvi quanti passi fate durante il giorno, che tipo di esercizi fisici svolgete (camminata, corsa, pedalata). Tenere sotto controllo i vostri dati vi aiuta ad avere una vita più attiva. Tramite le applicazioni (Fit di Google, Salute di Apple etc), vedere il monitoraggio è semplice e pratico. Secondo l'Università dell'Oregon, bisogna fare dai 5000 ai 7000 passi al giorno come minimo, di cui almeno 3000 con un buon ritmo, ma avere piena consapevolezza di quanti passi sono stati fatti durante il giorno è impossibile.Inoltre, avere sempre presente

  • RIPOSA BENE. DORMI BENE


Un corretto riposo dipende anche dalle posizioni assunte durante il sonno

Il riposo è una fase fondamentale sia della vita quotidiana, sia dell'allenamento. Portare il proprio corpo al limite, magari per la fretta di finire o per il poco tempo a disposizione, non è mai una scelta saggia. Ogni esercizio, ogni attività, prevedono un periodo di riposo ed è fondamentale rispettarlo, sia per non incorrere in infortuni, sia per un recupero corretto.Per quanto riguarda il sonno, il discorso non cambia: un corretto riposo notturno è una delle prevenzioni più efficaci che esistano. AnLaSleep Foundation indica il periodo di sonno ideale tra le 7 e le 9 ore per la fascia d'età tra i 17 e i 40 anni. Ma a fare la differenza è anche la qualità del sonno e il periodo. Per dormire bene, basta seguire dei piccoli accorgimenti e migliorare in poco tempo la qualità del proprio sonno. Insomma, l’allenamento non può essere visto semplicemente come la palestra o la corsetta, ma deve comprendere una serie di scelte nel quotidiano, da cui passa una vita più sana e salutare. Riconoscerle e attuare quelle corrette è il primo passo per prendervi cura di voi stessi.