QUANTE CALORIE HANNO I CIBI AUTUNNALI?

Caldo o freddo? Mare o montagna? Cappotto o t-shirt? Quella tra inverno o estate è una delle scelte più divisive della nostra società, un’eterna lotta tra chi preferisce le temperature più rigide, gli ambienti montani e le coperte pesanti, e chi non può stare senza mare e si trova bene con almeno 30 gradi.


In mezzo troviamo le mezze stagioni, quelle che per alcuni non esistono più, e che segnano il corridoio d’ingresso verso inverno ed estate. La primavera e l’autunno, nonostante siano due stagioni ibride, hanno i loro fans, innamorati della fioritura dei primi mesi dell’anno o dai colori delle foglie tipici di questa stagione.


Proprio l’autunno, la stagione ufficialmente iniziata circa un mese fa, porta con sé tantissimi cibi e alimenti, che sono di stagione in mesi come ottobre e novembre. Nonostante la globalizzazione abbia reso il concetto di “alimento stagionale” un po’ fuori moda, per i puristi determinati prodotti si mangiano solo in questo periodo dell’anno.


Ma quante calorie contengono alcuni dei prodotti più consumati in autunno? Quant’è il quantitativo consigliato per non eccedere nelle calorie? Siamo sicuri che alcune risposte a queste domande vi sorprenderanno!


- AVOCADO


Nonostante si possa trovare tutto l’anno, l’avocado è un frutto autunnale, che è diventato popolarissimo nelle nostre tavole. Si adatta perfettamente a carni e pesce, si può mangiare condito solo con olio e sale o utilizzarlo per fare il guacamole, una delle salse più comuni al mondo. Ha indubbie proprietà nutritive, essendo ricco di beta-carotene e glutatione, contiene più potassio delle banane. L’olio di avocado, inoltre, è indicato anche per nutrire la pelle. L’avocado è un frutto molto calorico, avendo circa 160 kcal per ogni 100 grammi.


- CASTAGNE


Per moltissimi, autunno significa castagne. Questa percezione è stata aumentata anche dai banchetti che nelle piazze o sui cigli delle strade arrostiscono e vendono le castagne nei cartocci, sprigionando nell'aria l'odore inconfondibile. L'apporto calorico delle castagne varia dal tipo di cottura. Cento grammi di castagne fresche, infatti, hanno circa 200 calorie, mentre lo stesso quantitativo di castagne bollite ha solo 120 calorie. Le caldarroste, che sono le castagne arrostite sul fuoco, avendo perso acqua nella cottura hanno 193 calorie. Lo scettro di "castagna più calorica" va alle castagne secche, che hanno ben 287 calorie ogni 100 grammi.


- FRUTTA SECCA


Viene servita nei bar come stuzzichino, è quasi obbligatorio mangiarla e una tira l'altra. Sembra piccola e innocua, ma la frutta secca può riservare delle belle sorprese a livello calorico. Tra la frutta secca meno calorica, si fa per dire, troviamo i pistacchi: 562 calorie per loro. Le mandorle, che vengono mangiate come patatine, sono altamente caloriche: 100 grammi di mandorle nascondono infatti ben 600 calorie.

Questo non significa che non bisogna mangiarle, anche perché hanno proprietà nutrizionali molto importanti per una dieta corretta ed equilibrata. Il loro abuso, tuttavia, potrebbe da solo vanificare un settimana di rigore alimentare. Anche noci, nocciole e noccioline non sono alimenti da mangiare a cuor leggero: hanno infatti rispettivamente 607, 628 e 567 calorie ogni 100 grammi. Insomma: buonissima la frutta fresca, ma sicuramente è meglio non abusarne.


- CARCIOFI


Sulla pasta, sulla pizza, come contorno, antipasto, arrosto, bollito o crudo: il carciofo è un ingrediente che si può mangiare in tutti i modi e comunque lo si mangi, fa sempre bene. I carciofi infatti sono ricchi di fibre e sali minerali, importantissimi per il nostro organismo. Inoltre, il loro apporto calorico è veramente basso: 100 grammi di carciofi hanno appena 47 calorie. Ovviamente si parla del carciofo al naturale: il carciofo fritto ha invece 208 calorie.


- ZUCCA


Autunno significa Halloween, una ricorrenza prettamente americana che con il tempo è sbarcata anche in Italia. "Dolcetto o scherzetto", certo: ma soprattutto zucca. La tradizione a stelle e strisce vuole la zucca usata come ornamento, intagliata e illuminata per creare l'atmosfera tipica di Halloween. In Italia siamo più propensi a cucinarla, conoscendone le sue proprietà benefiche: ricca di vitamine C e A, è un antiossidante naturale ed è praticamente priva di grassi e zuccheri. L'apporto calorico della zucca è infatti di soli 28 calorie ogni 100 grammi.


- AGRUMI


Famosi per il loro altissimo contenuto di vitamina C, gli agrumi sono un toccasana in autunno: aiutano a prevenire e a guarire dai malanni di stagione, come insegnano le nostre nonne. Arance, mandarini e mandaranci sono un dopo pasto autunnale quasi obbligatorio per moltissimi di noi, ma bisogna stare attenti. Infatti, il loro apporto calorico piuttosto contenuto potrebbero far pensare che se ne possa mangiare fino a stancarsi. Le arance hanno 47 calorie ogni 100 grammi, ma per il 9% sono composti da zuccheri. Stesso discorso per mandarini e mandaranci: rispettivamente hanno 70 e 51 calorie ogni 100 grammi.


Ottenere premi, sconti e buoni camminando? Da oggi si può: scarica gratis Virtuoso!