Francesco Ciampetti: "Come ho perso 25 kg a quasi 40 anni" - Esempio Virtuoso

Arrivare all’età adulta con un corpo che non rispecchia a pieno i propri gusti è piuttosto comune. Decidere di cambiarlo, affrontando un percorso in un’età in cui il tempo libero è davvero risicato, invece, non è affatto semplice. Francesco ci è riuscito, e oggi ci spiega come. La sua costanza, il suo impegno e la sua disciplina sono sicuramente d’esempio per tanti: per noi, è l’Esempio Virtuoso.


Vedere sulla bilancia la scritta ‘105 kg’ è stata la scintilla: come se quella cifra tonda mi avesse fatto scattare la molla di cui avevo bisogno. Fino a quel momento adottavo uno stile di vita sedentario, mangiavo male e tanto. Quel giorno di 3 anni fa ho iniziato un percorso, che adesso è semplicemente la mia quotidianità”.


Grazie a un suo amico, Esempio Virtuoso prima ancora che esistessero, decide di iniziare a correre con lui: “All’inizio era estenuante: arrivavo a stento a fare 3km di corsa molto lenta, poi avevo bisogno di camminare. Dopo un mesetto, quasi senza accorgermene, riuscivo a fare 7km di fila”.


Con l’arrivo di due figlie gemelle, ha preso ancora più coscienza di quanto fosse importante adottare uno stile di vita sano: “Sicuramente avevo altre priorità, il tempo libero per allenarmi era molto poco e il mio fisico ne ha risentito: ero quasi tornato al punto di partenza”.

Vuoi sfidare Francesco e vincere un buono Amazon da 50€? Unisciti alla Champion Challenge di Virtuoso e fai più passi di lui dal 15 al 22 Gennaio.

Questo genere di percorsi però, si valutano sulla distanza, e l’importante è avere l’obiettivo chiaro in testa: “Ho ricominciato ad allenarmi, alzando sempre di più l’asticella: ho cominciato a correre delle gare, e la prima in assoluto è stata la 10 chilometri della StraFoligno, poi mi sono avventurato nelle mezze maratone. Corro sempre appena posso”,


Parallelamente, ho leggermente modificato le mie abitudini alimentare, senza stravolgerle: ho ridotto drasticamente i fritti e i dolci, eliminando le bibite gassate e riducendo anche la quantità dei pasti. Questo mi ha portato a non soffrire mai troppo la fame, anche perché di tanto in tanto mi concedo qualche sgarro per ricaricare le batterie”.


Grazie a questi accorgimenti, Francesco è riuscito ad arrivare al peso forma di 78 kg, con effetti positivi sotto ogni punto di vista: “Ne ha giovato il fisico, la mente e il carattere, perché ora sono più sicuro di me. Già da quando cominci a vedere i risultati, ti accorgi di quanto fosse fattibile dall’inizio, e che era più la paura di iniziare il problema”.


Il suo percorso è stato aiutato anche dalla tecnologia a servizio dello sport: “Sono un’amante della tecnologia, quindi quando ho sentito di Virtuoso l’ho scaricato subito e ho potuto premiare le mie sessioni di allenamento con i vouchers e i buoni. Per la mia attività sportiva, poi, ho sempre avuto un fitness tracker, mio fedele compagno di avventure e prezioso alleato".


Quindi tutto in discesa e percorso semplice? “Tutt’altro, i momenti di scoramento esistono. Il consiglio che voglio dare è di non mollare, soprattutto all’inizio quando i risultati sono una chimera: abbiate pazienza, perseverate e allenatevi. Non è una questione di se, è una questione di quando. Non è facile, e il rischio di annoiarsi è dietro l’angolo: per questo consiglio di allenarsi in gruppi e avere uno stimolo anche dall’esterno; optare le corse all’aria aperta al tapis roulant, che rappresenta un’ottima soluzione in caso di freddo o pioggia, ma la sensazione di sentire il vento quando si corre crea dipendenza”.


La mancanza di tempo, o le difficoltà iniziali sono un problema comune, ma superarlo è fattibile, e Francesco ne è la dimostrazione più lampante.

Guadagna grazie al tuo corretto stile di vita: scarica gratis Virtuoso