Qual è l'orario migliore per Allenarsi?

Qual è l'orario migliore per allenarsi?


I ritmi frenetici della società attuale ci convincono, e a volte impongono, di riempire ogni buco libero della giornata. Per poter conciliare al meglio i vari ambiti della nostra vita, siamo però spesso obbligati a rinunciare a qualcosa. Per quanto possiamo impegnarci, la giornata dura sempre 24 ore e, anche gestendo e pianificando in modo maniacale i vari impegni quotidiani, c’è sempre l’appuntamento che slitta, il meeting che dura più del previsto, l'imprevisto dell'ultimo secondo. Inoltre, tutti cercano di conciliare al meglio lavoro, famiglia, amici e riposo, senza trascurare il sempre importante tempo da dedicare a sé stessi, per leggere un libro, imparare a fare qualcosa di nuovo, seguire un corso, frequentare una palestra, andare in piscina o anche solo correre al parco.


Proprio l’allenamento e la cura del proprio corpo, fortunatamente, sta assumendo un valore sempre più importante per molti di noi, sia da un punto di vista medico, sia per una questione di soddisfazione e benessere personale. Mentre non molto tempo fa l’allenamento era quasi esclusivamente riservato ai professionisti, negli ultimi anni – grazie al boom di app che monitorano l’attività sportiva e al sempre crescente numero di fitness tracker in commercio, oltre a una sempre maggiore spinta verso l’ – è diventato un fenomeno che abbraccia un pubblico molto più vasto: dal libero professionista che corre durante la pausa pranzo, al pensionato che preferisce l’attività mattutina, fino all’impiegato che si ritaglia il tempo dopo il lavoro. Insomma, l'allenamento ha smesso di essere riservato solo per i Cristiano Ronaldo o i Messi, raccogliendo sempre più adesioni.

Tuttavia, quando si è alle prime armi o ci si affaccia per la prima volta al mondo dell'healthy, ci si pone mille domande e mille dubbi.

Chi vuole pianificare la propria giornata anche in funzione dell’allenamento, ha avuto almeno una volta uno dei dubbi più comuni, ovvero:


Qual è l’Orario Migliore?


Diciamo subito che non esiste una risposta assoluta a questa domanda: ognuno di noi è fatto in modo diverso e, banalmente, anche i motivi che spingono ognuno di noi a pratica attività fisica non sono tutti uguali. C’è chi si allena per sentirsi bene, chi per una reale necessità fisica, chi per perdere peso, chi dietro consiglio medico. Proprio il consiglio di esperti, quali nutrizionisti, dietologi o esperti in malattie cardiovascolari assumono un ruolo centrale e, nel caso di patologie o problemi, è sempre meglio ascoltare il parere degli esperti del settore. Ma se questo non è il tuo caso, e vuoi sapere qual è il momento migliore per allenarsi, ecco alcuni pro e contro del correre nei vari momenti della giornata:


MATTINO

PRO:

  • Il tuo corpo brucerà un quantitativo maggiore di calorie se si fa attività a stomaco vuoto.

  • Da un punto di vista mentale, iniziare la giornata avendo già completato un obbiettivo è un ottimo modo per affrontare il resto degli impegni quotidiani.

  • D’estate non fa ancora caldo

CONTRO:

  • Dopo aver fatto attività fisica, la giornata che hai di fronte sembra non finire mai;

  • La tua temperatura corporea è più bassa di mattina, quindi i tuoi muscoli sono più freddi e sono maggiori i rischi di infortunio.


POMERIGGIO

PRO:

  • È il momento più caldo della giornata, e nei mesi invernali è un fattore da tenere in considerazione;

  • È più semplice motivarsi quando si è svegli da alcune ore;

  • La temperatura corporea è più alta, e gli studi rivelano che gli atleti hanno performance migliori il pomeriggio.

CONTRO:

  • È difficile correre di pomeriggio senza sacrificare del tutto o in parte il pranzo, venendo meno a una corretta alimentazione;

  • Dovresti fare due docce al giorno, il ché non sarebbe né sano, né etico, né comodo.


SERA

PRO:

  • Fare attività fisica è un ottimo modo per scaricare lo stress accumulato durante la giornata;

  • Buttarsi a letto con la stanchezza fisica dovuta all’allenamento spesso facilita il riposo ed è una gran bella sensazione;

  • Non si hanno impegni imminenti, quindi l’allenamento viene fatto meglio.

CONTRO:

  • Spesso fa buio e non è per niente stimolante né motivante allenarsi al buio;

  • Qualcuno trova invece impossibile dormire dopo l’attività fisica perché c’è ancora l’adrenalina da allenamento in circolo.

Insomma, come avrai capito da questa lista di pro e contro, il momento migliore in cui correre dipende da tanti fattori, come il periodo dell’anno, il tipo di attività lavorativa che svolgi, se hai o meno famiglia e figli, ma anche banalmente che tipo di persona sei – se preferisci dormire la mattina o se sei un mattiniero.


La cosa importante è comunque ritagliarsi dei momenti durante la settimana per fare attività fisica.