Tre trucchi per migliorare la postura

Tre trucchi per migliorare la postura

Updated: Feb 27

Dopo aver parlato del concetto di postura passiamo a capire come fare per migliorarla.


Alla base di tutto c’è un singolo concetto, quello della rigidità muscolare. Avere una

muscolatura rigida, non allenata e quindi poco flessibile è la causa del fatto che ogni

tentativo di assumere delle posture corrette durante la giornata ci stanca quasi subito.


Analizziamo quindi i tre fattori fondamentali per cercare di migliorare l’elasticità muscolare:


1) Idratazione e Alimentazione


Non è la prima a cosa a cui si pensa quando si parla di postura, in effetti. Tuttavia, il tessuto corporeo più ricco di acqua è proprio quello muscolare e mantenere idratato l’organismo migliora l’elasticità del tessuto. Sarebbe giusto bere almeno 2 litri di acqua al giorno.


Alimentarsi invece in maniera corretta aiuta il corpo a non produrre eccessive scorie acide e sostanze di rifiuto, le quali tendono a “posizionarsi” nei tessuti connettivi (i muscoli hanno una grande percentuale di questo tessuto), rendendoli più rigidi.


L'ideale è quindi avere una dieta equilibrata senza eccedere con i grassi e l’alcool.



2) Sistema nervoso


Respirare bene e cercare di lavorare su sé stessi, evitando accumuli di stress importanti

che possono ripercuotersi sul fisico (uno degli esempi più classici è bruxismo notturno, ovvero il digrignare i denti durante il sonno), aiutano a mantenere un’elasticità tale da garantire meno fastidi muscolari possibili e una postura corretta.



In nostro aiuto torneranno utili degli esercizi specifici che vedremo nei prossimi appuntamenti. Per alleviare la tensione, possono aiutarci anche tecniche come la meditazione, che hanno un comprovato effetto benefico sul nostro cervello.



3) Sedentarietà


Se stiamo troppo tempo fermi, se non ci alleniamo in maniera adeguata, se non

stimoliamo il corpo in maniera costante, il nostro tessuto muscolare rischia di irrigidirsi.


Dobbiamo essere bravi anche in assenza di tempo a stimolare il nostro corpo con esercizi specifici

È importante sapere che anche una camminata a passo svelto potrebbe essere un’ottima soluzione per evitare i problemi sopra citati.


Nel caso degli impiegati che passano la maggior parte della giornata seduti davanti al computer, è d’obbligo alzarsi ogni 50 minuti e “sgranchire” tutto il corpo per un paio di minuti prima di riprendere l’attività lavorativa.

Riuscirai a fare più passi di uno degli atleti più titolati di sempre? Sfida Carlo Grippo!

Per parlare di tematiche importanti, è necessario avere determinate competenze frutto di anni di studio, di pratica e di esperienza. Abbiamo contattato il dottor Roberto Laudisio, per approfondire il grande e spesso ignorato tema della postura.


Il Dott. Roberto Laudisio si è laureato in Scienze Motorie presso l’Università “Parthenope” di Napoli, Master in Posturologia presso “La Sapienza” di Roma, Osteopata R.O.I. (Registro Osteopati Italiani), Docente di educazione fisica, terapista di ginnastica posturale, riabilitazione e trattamento di scoliosi e cifosi. Sempre in costante aggiornamento professionale, ha acquisito conoscenze frequentando corsi di riprogrammazione posturale, terapia miofunzionale, Kinesiologia applicata, metodo DRT, FMF, Taping e bendaggi sportivi, auricoloterapia, Back School, Pancafit®. Consulta il suo sito web, o visita le sua pagine Facebook e Instagram